15 settembre 2017

Nasce il certificato di autenticità delle lenti Galileo

Card e opuscoli di autenticità per lenti con 150 anni di storia e una qualità da tutelare.

Galileo, da 150 anni sinonimo di qualità ed eccellenza tecnologica dal mese di Settembre ha reintrodotto card e opuscoli di autenticità a corredo dei prodotti top di gamma.

Torniamo indietro nel tempo… siamo negli anni ’70, le lenti Galileo, già allora riconosciute un prodotto dall’elevatissima qualità, capitava venissero contraffatte con altre lenti con caratteristiche differenti.

Nacque quindi il certificato di autenticità Galileo.

Questo venne introdotto in ogni lente a conferma dell’originalità del prodotto.

Oggi, Galileo reintroduce la card di autenticità e una mini guida del prodotto sui prodotti top di gamma.

La novità, introdotta in produzione da Settembre, è in abbinamento alle lenti progressive premium, a tutti i trattamenti premium NEVA e alle nuove lenti BluStop®.

Ogni centro ottico Galileo, riceverà in abbinata ai prodotti sopra citati card e mini guida.

Questi vanno nella direzione di un’attenzione nei confronti del centro ottico e a supporto della vendita e della fidelizzazione del portatore finale.

Vendere lenti Galileo, in un mercato sempre più competitivo si conferma una scelta altamente qualificante che va nella direzione della qualità e della differenziazione.

 

Galileo, marchio italiano di lenti dal 1864.

Ultime news

8 novembre 2017

Star View: ampliata la gamma di lenti a contatto Galileo dall'immagine più moderna

Presentata la nuova lente a contatto Star View Daily Progress in esclusiva per i Galileo Club

Leggi News
31 ottobre 2017

Galileo incontra i Centri Ottici partner della Sicilia e della Calabria

Grande partecipazione e coinvolgimento per l’evento a Taormina del 29 ottobre: sul tavolo i cambiamenti del mercato e le sfide per i centri ottici indipendenti

Leggi News
24 ottobre 2017

Digital Eye Strain: Galileo partecipa al IX Congresso Internazionale di Monopoli

L’argomento centrale di questa edizione è stato il Digital Eye Strain, ovvero l’affaticamento visivo dovuto all’utilizzo dei sistemi digitali.

Leggi News